Rimozione dente del giudizio

rimozione-dente-del-giudizio Conegliano Treviso

Chiamati anche terzo molare inferiore e superiore, i denti del giudizio sono gli ultimi a fuoriuscire all'interno della bocca e sono sempre stati chiamati così per fare riferimento al fatto che, solitamente, spuntano tra i 17 e i 25 anni, periodo in cui i ragazzi dovrebbero prendere coscienza del loro stato di adulti.

Quasi sempre i denti del giudizio sono quattro due sulla mascella e due sulla mandibola, ma è possibile trovare soggetti che ne presentano un numero maggiore o minore rendendosi responsabili dell'insorgenza di eventuali disturbi del cavo orale.

La presenza dei denti del giudizio, secondo molti studiosi, è il risultato di un retaggio preistorico rimasto ben presente nel nostro DNA e cioè la necessità di avere un numero di denti elevati e forti che permettessero all'uomo preistorico di consumare più facilmente alimenti crudi e difficili da masticare.

Con il passare del tempo e il consumo costante di alimenti più morbidi, i denti del giudizio sono quasi diventati superflui visto che non rappresentano un elemento indispensabile per la masticazione e la qualità della vita in generale tanto che, fino a qualche tempo fa, si riteneva che affollassero inutilmente la bocca e che, quindi, era necessario rimuoverli aldilà del fastidio o meno che potessero arrecare al soggetto.

Oggi non è più così e uno studio dentistico di qualità saprà valutare correttamente ogni singolo caso in base all'eventuale disagio che il paziente riferisce.

Di solito, un dente del giudizio causa dolore o fastidi quando non fuoriesce correttamente e, in questo caso, si parla di "dente incluso" ed è una condizione causata dal fatto che il dente non ha abbastanza spazio per uscire oppure il suo asse di crescita è orientato in maniera scorretta, ad esempio non è insolito trovare denti del giudizio in posizione orizzontale.

Quando il dente si trova in queste condizioni può provocare molto dolore al paziente o danneggiare i denti vicini, senza parlare del fatto che si diventa più soggetti all'insorgenza di carie, cisti e ascessi.

Quando rimuovere i denti del giudizio?

Abbiamo già accennato al fatto che, fino a qualche tempo fa, per evitare a priori le complicanze sopracitate, si preferiva rimuovere i denti del giudizio quando il paziente era ancora giovane soprattutto perché, in questa fase, le radici non sono ancora completamente formate e non si rischia di danneggiare nervi e strutture circostanti.

Oggi, invece, diversi medici ritengono che i denti del giudizio debbano essere rimossi solo quando sono causa di alcune patologie malattie gengivali, infezioni, cisti o causano danni ai denti vicini, mentre non c'è alcun motivo di toglierli se sono spuntati completamente, posizionati in maniera corretta e sani.

In ogni caso, sarà sempre il tuo dentista di fiducia a valutare la singola situazione e a decidere di conseguenza. Anche per questo motivo è indispensabile rivolgersi sempre a personale altamente qualificato e dall'esperienza certificata.

Come avviene la rimozione del dente del giudizio?

Nel momento in cui il dentista decide che sia opportuno rimuovere uno o più denti del giudizio, sicuramente l'età del paziente, la posizione del dente e il grado di sviluppo della radice possono rendere più o meno complicato l'intervento.

Stesso discorso se i denti sono inclusi, in questo caso l'intervento chirurgico richiede maggiore attenzione ed esperienza da parte del dentista.

Generalmente l'operazione avviene sottoponendo il paziente ad anestesia locale e, se ci si trova davanti un dente incluso, praticando una piccola incisione sulla gengiva per raggiungere il dente e rimuoverlo interamente o, se si incontra maggiore resistenza, frantumandolo in pezzi più piccoli per rimuoverlo più agevolmente.

Alla fine dell'intervento che, in condizioni normali, dura circa 30 minuti è probabile che il dentista utilizzi dei punti di sutura che vengono riassorbiti nell'arco di una settimana e che sul sito dell'estrazione venga posizionata una garza che deve essere tenuta pressata per circa un'ora in modo che la ferita si coaguli velocemente.

Il normale processo di guarigione che si vivrà nei successivi giorni all'intervento prevede la comparsa di un lieve dolore, gonfiore o piccole emorragie che non devono in alcun modo allarmare.

In questi giorni ci si può aiutare con degli impacchi di ghiaccio o farmaci specifici prescritti dal dentista e per riprendersi completamente ci vogliono, in genere, 4-5 giorni, ma non è insolito aver bisogno di qualche giorno in più per un completo recupero.

Se vuoi parlare del tuo caso puoi fissare subito un appuntamento. Clicca qui a fianco per fissare oggi stesso!

Prima Visita nello Studio del Dr Marin

Un bel sorriso rinforza l’autostima e la sicurezza, migliorando la propria immagine personale e professionale.

Nel nostro Studio Dentistico eseguiamo tutte le procedure necessarie per restituire la giusta armonia a denti e gengive. Partendo dal ripristino funzionale e arrivando all'estetica dentale adottando in primis le procedure che evitano dolori o ansie sui pazienti.

Fissa oggi stesso la tua prima visita!


Orari: - lunedì e mercoledì dalle 09:00 alle 16:00 orario continuato - giovedì dalle 09:00 alle 12:45 e dalle 15:00 alle 19:00

Marin Dr. Gianluca - Iscritto all'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Teviso N.695

Indirizzo: Via Maggiore G. Piovesana, 159, 31015 Conegliano TV
Tel:
377 2668654 Tel: 0438 41 53 56

Studio Dentistico Marin P.I. 05277450267

Recensioni dello Studio